Deriva sociale? No, DERIVA AMMINISTRATIVA!

Ci risiamo. A voler prestar fede a quanto riportato da organi di stampa locale circa dichiarazioni di autorevoli esponenti di questa fallimentare amministrazione , le responsabilità per il mancato decoro della nostra cittadina sono imputabili sempre agli altri; tra chi versa il diserbante per far seccare gli alberi, chi sabota la fontana, chi sottrae gli irrigatori nei giardini comunali e altri episodi similari, c’è chi pensa che si sia arrivati alla “deriva sociale”.
Magari adesso aspettiamo che prenda fuoco il giardino retrostante la scuola elementare di via Convento, procurando anche danni alle abitazioni o all’edificio stesso, per pensare poi a fantomatici piromani che ampliano la deriva sociale.
Ma perché non ci si interroga sulle cause che possano aver generato questo fenomeno? Mancanza di controlli, mancanza di sanzioni, mancanza di programmazione. Insomma siamo arrivati alla “DERIVA AMMINISTRATIVA”!
Basta cercare sempre capri espiatori per nascondere le proprie manifeste incapacità!
ANTOINE DE SAINT-EXUPERY scriveva: “È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante.” Speriamo che la nostra rosa riesca sopravvivere altri pochi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *