Tina Anselmi, il 29 luglio del 1978 prima donna Ministra

Un doveroso omaggio a Tina Anselmi, donna e politica straordinaria. Partigiana, sindacalista, deputata dal 1968 al 1992, il 29 luglio del 1978 fu designata quale Ministro del lavoro e della previdenza sociale. Prima donna in Italia a ricoprire la carica di Ministra. A lei si deve una delle più importanti riforme italiane: l’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale. Instancabile il suo impegno a favore della parità di genere; a lei si deve la legge sulle Pari Opportunità. Nel ’77 fu tra i primi firmatari della legge che apriva alla parità salariale e di trattamento nei luoghi di lavoro per l’abolizione delle discriminazioni di genere tra uomo e donna, tema ancora insoluto ai nostri giorni.

Credente ma laica, nel 1978 firmò, in qualità di Ministro della Salute, la legge 194 per l’interruzione volontaria della gravidanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *