Villaggio del Fanciullo: perchè non si sono attivati?

In primo piano

Un altro pezzo di storia cassanese è andato via. Sta per essere venduto all’asta l’ex VILLAGGIO DEL FANCIULLO, edificio storico per la nostra cittadinanza, che ben conoscono quanti sono cresciuti frequentando lì la scuola dell’infanzia paritaria. Una realtà realizzata da Don Battista Armienti al servizio dei suoi concittadini.
Questa amministrazione era già stata sollecitata a fine agosto2017, tramite un’interpellanza dal Consigliere Davide Del Re, a riprendere i dialoghi con gli uffici dell’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati per far sì che l’immobile venisse affidato al patrimonio comunale. A questa interpellanza il Sindaco rispose asserendo che erano già stati presi contatti con l’ufficio preposto e che il 26 settembre 2017 avrebbero approvato in Giunta la manifestazione d’interesse per l’immobile.
Cosa ha realmente fatto la Giunta Comunale? La notizia che il demanio ha messo all’asta l’immobile, probabilmente ci da una chiara risposta. Il nostro paese diventa sempre più povero.

La Voce del Paese intervista Enza Battista

In primo piano

Intervista rilasciata dalla Coordinatrice del Circolo PD di Cassano delle Murge Enza Battista alla Voce del Paese e pubblicata il 3 luglio 2021

Da qualche giorno si è concluso il tesseramento 2021 per il Pd e lei ha annunciato un buon andamento in termini di numeri e persone. Vuole spiegarsi più approfonditamente?

Si, confermo il dato. Il numero degli iscritti è aumentato notevolmente, più che raddoppiato;

nuovi iscritti e graditi ritorni. Il mio obiettivo era rendere il Partito Democratico un soggetto plurale, attento alle diverse sensibilità, ma che abbiano un riferimento culturale e ideale comune. Il tesseramento chiuso era comunque relativo al 2020, prorogato per via della

pandemia. Il ritorno di tante persone all’attivismo politico e disposte a prendere una tessera di partito denota una precisa volontà di cambiamento; un dato molto positivo di cui sono contenta.

Continua a leggere

Tina Anselmi, il 29 luglio del 1978 prima donna Ministra

Un doveroso omaggio a Tina Anselmi, donna e politica straordinaria. Partigiana, sindacalista, deputata dal 1968 al 1992, il 29 luglio del 1978 fu designata quale Ministro del lavoro e della previdenza sociale. Prima donna in Italia a ricoprire la carica di Ministra. A lei si deve una delle più importanti riforme italiane: l’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale. Instancabile il suo impegno a favore della parità di genere; a lei si deve la legge sulle Pari Opportunità. Nel ’77 fu tra i primi firmatari della legge che apriva alla parità salariale e di trattamento nei luoghi di lavoro per l’abolizione delle discriminazioni di genere tra uomo e donna, tema ancora insoluto ai nostri giorni.

Credente ma laica, nel 1978 firmò, in qualità di Ministro della Salute, la legge 194 per l’interruzione volontaria della gravidanza

Centro storico: storia, cultura, valorizzazione: il video dell’iniziativa

“Le persone che lavorano insieme in una comunità forte con un obiettivo condiviso e uno scopo comune possono rendere possibile l’impossibile.”
                                                                                              -Vilsak-

Si ringrazia:


E. Battista – Coord.Circolo PD Cassano delle Murge
L. Palmisano – Sociologo – Presi. Radici Future
M. Albenzio – Ass. Centro Storico
A. Barberio – Associazione Cercasi un Fine
R. D’Ambrosio – Associazione Cercasi un Fine
O. Iavazzo – Ass. Centro Storico
R. D’Ambrosio – Circolo PD Cassano delle Murge
Mane MLamine – Res. Centro Storico – Senegal

 

 

Centro storico: storia, cultura, valorizzazione

Bisogna conoscere le reali difficoltà per dare una risposta concreta al problema.
“Le persone che lavorano insieme in una comunità forte con un obiettivo condiviso e uno scopo comune possono rendere possibile l’impossibile.” -Vilsak-
Ne parliamo martedì 27 luglio alle h 19.00 in sala consiliare. A causa dei posti limitati per le restrizioni legate al Covid, sarà possibile seguire la discussione tramite la diretta Facebook o intervenire in remoto richiedendo il link di accesso.

CUSTODIAMO TURISMO E CULTURA IN PUGLIA

Dal 21 luglio e fino al 30 settembre si può fare richiesta per i contributi di sostegno al mondo della Cultura e del Turismo.Partecipate e diffondete.Custodiamo la cultura in Puglia 2.0, 6 milioni per le PMI della cultura e del turismo. Bando aperto fino al 30 settembre.Un ottimo lavoro dell’assessore Massimo Braì e di Aldo Patruno e Puglia Promozione.

Continua a leggere

l’On. Alessandro ZAN a Bari

Il 19 luglio, presso la Mongolfiera – Japigia (Bari) un partecipato incontro con l’onorevole Alessandro Zan. L’incontro, moderato da Michele De Feudis (giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”) ha visto la partecipazione dell’on Marco La Carra e Titti De Simone (Consigliere Presidente Regione Puglia).

Nella foto la Coordinatrice Enza Battista con Marco La Carra, Ubaldo Pagano e Alessandro ZAN

Continua a leggere

Ddl Zan, perché Letta ha ragione

Ho letto molto sul ddl Zan, soprattutto le ragioni dei contrari alla legge. Comprendo, ma non condivido, tra i meno condivisibili Matteo Renzi che rinuncia a un principio, che pure ha difeso alla Camera, per portare a casa un provvedimento zoppo, forse. Non si tratta di ideali, ma di vita reale e concreta a cui, quasi ultimi nel mondo occidentale, stiamo tentando di dare un quadro normativo. Nobilmente, davanti alle obiezioni della Chiesa, tra l’altro molto più misurate di quelle di decine di oppositori parlamentari, Mario Draghi ha ricordato che l’Italia è uno stato laico. Ma il premier non può fare tutto, anche se, a quanto pare, tutto gli viene chiesto.

Manifestazione per DDL ZAN

Continua a leggere

Dimensionamento scolastico, l’appello del Pd alla sindaca Di Medio

In questi giorni, in seno alla Giunta Regionale pugliese, su indicazione dell’assessore della Regione Puglia Leo, sono state approvate le nuove linee guida per il dimensionamento scolastico 2022/2023 e programmazione dell’ offerta formativa del triennio 2022/2023 , 2023/2024, 2024/2025.

«A garanzia della massima collaborazione, in termini di governance condivisa e partecipata – spiega in una nota la Coordinatrice del Circolo PD di Cassano delle Murge,

Vincenza Battista – a tutti i Comuni  che intendono presentare una richiesta all’ interno del piano da quest’anno è stato chiesto di redigere il Documento Preliminare alla Programmazione Scolastica( Dpps), con cui descrivono il proprio sistema scolastico ed educativo e le azioni da mettere in campo sul sistema scuola locale, secondo una visione organica e di lungo periodo.Tutto questo entro il 5 Agosto.

Continua a leggere